Santorini tramonto caldera

Santorini: la più famosa

Santorini è quell’immagine bianca e blu che ci viene in mente quando pensiamo alla Grecia – la perla delle Cicladi – imperdibile, fosse anche solo per pochi giorni!

Santorini isola greca bianco e blu mare egeo
Il bianco ed il blu di Santorini

Il turismo a Santorini

Santorini è stata decretata come una delle isole da vedere una volta nella vita, i suoi tramonti sono famosi in tutto il mondo! Un mix di rude bellezza naturale, case bianche e blu e tramonti mozzafiato, che le donano un’atmosfera decisamente romantica. Il rovescio della medaglia è naturalmente l’affollamento: turisti da ogni parte del mondo arrivano a frotte già a partire dai primi di Maggio.
Negli ultimi anni il turismo ha subìto un ulteriore incremento grazie alle tante compagnie aeree low cost che ci atterrano e molti la scelgono anche solo per trascorrervi un paio di giorni, per poi spostarsi in altre isole meno turistiche.

L’isola di Santorini e il vulcano

Si tratta di un’isola vulcanica; il vulcano è ancora attivo e la famosa caldera, per lo piu’ sommersa, si trova nella laguna, a circa 8 km dalla costa interna. Santorini un tempo era di forma circolare, ma in seguito ad un’eruzione, l’isola fu pressoché dimezzata ed oggi ha una forma a mezzaluna: la parte Ovest pertanto è molto frastagliata, proprio in seguito all’attività vulcanica, mentre la costa Est ha lunghe spiagge di sabbia nera.
La costa Ovest è quella che tutti conosciamo – ovvero paesi arroccati su scogliere a picco sul mare – a Nord troviamo OIA, poi IMEROVIGLI e FIRA, tutti decisamente spettacolari, non riesco ad esprimere una preferenza!

Santorini vulcavo caldera panorama

Dove alloggiare a Santorini

Le due aree più popolari per soggiornare poche notti a Santorini sono Fira (o Thira) ed Oia, che sono i due più grandi insediamenti dell’isola ed hanno una gran varietà di hotel e studios tra cui scegliere. Attenzione però, in genere le sistemazioni sulla Caldera non sono molto economiche! Se invece desiderate stare vicino alla spiaggia, e magari spendere anche meno, vi suggerisco di alloggiare a Kamari.

Cosa fare a Santorini

L’antica Akrotiri

L’antica Akrotiri il sito archeologico più significativo di Santorini. Distrutto da un’eruzione vulcanica e sepolto sotto la cenere nel 1627 a.C. Akrotiri è un insediamento minoico dell’età del bronzo. Proprio per il fatto che fu sepolto, molti affreschi ed oggetti sono sopravvissuti fino ad oggi, un pò come avvenne a Pompei.
È possibile visitarla prenotando un tour (troverete molte agenzie che organizzano tour e crociere sparsi un po’ per tutta l’isola), noleggiando un’auto per un giorno o utilizzando un autobus locale.

La passeggiata da Fira ad Oia

Se state visitando Santorini in primavera o in autunno potrete fare questa escursione a qualsiasi ora del giorno. In estate invece vi consiglio di partire presto al mattino o in alternativa nel tardo pomeriggio. Finire l’escursione in modo da arrivare ad Oia per il tramonto è la soluzione più bella!!
Si tratta di un’escursione semplice, che si snoda attraverso molti villaggi lungo la Caldera. Ci vogliono 3-4 ore, portatevi acqua, cappellino e crema solare!
Il famoso tramonto di Oia piò essere affollato in tutte le stagioni, quindi fate in modo di arrivare con un’ora di anticipo per assicurarvi un buon posto! Ovviamente, Oia non è l’unico posto dove guardare un tramonto a Santorini, ovunque voi siate, l’atmosfera e il tramonto saranno incredibili!
Non perdetevi questa passeggiata, il panorama è meraviglioso perché a strapiombo con la vista dei vulcani di Palea Kamini e Nea Kamini.

Il mare e le spiagge a Santorini

Partiamo da un presupposto: Santorini è meravigliosa, ha un fascino unico e andrebbe vista almeno una volta nella vita…ma non per le spiagge! Non capitemi male, il mare è azzurro e cristallino come in tutte le isole greche, ma le spiagge sono scure, spesso di sassi, spesso molto esposte al sole. Hanno il loro fascino, ma non venite a Santorini se cercate bianche spiagge sabbiose!

Santorini spiaggia sabbia nera Kamari beach
La spiaggia di Kamari

Le spiagge

• Da Sud troviamo WHITE e RED BEACH, difficili da raggiungere, chiamate così a causa del colore delle rocce alle loro spalle – 2 spiagge selvagge con sabbia nera e mare blu chiaro. La Red Beach, ovvero la spiaggia rossa, si trova vicino ad Akrotiri è una spiaggia piuttosto piccola e quindi è molto affollata durante l’alta stagione, ma in bassa stagione potrete godere insieme a pochi altri di un ambiente straordinario, con le sue sabbie vulcaniche rosse sostenute da imponenti scogliere. Se vi piace fare snorkeling adorerete questo posto!

Salendo troviamo PERISSA e KAMARI, attrezzate con ombrelloni, molto lunghe, entrambe di ciottoli e sabbia.

In questa zona segnalo anche la bella spiaggia di MONOLITHOS, con sabbia più chiara rispetto al resto dell’isola e fondale basso adatto ai bambini, circondata da alberi.

Incontriamo poi VOURVOULOS e KANAKARI – di sabbia e ghiaia grigio scuro– infine a Nord troviamo KOLOUMBOS, PARADISE BEACH e BAXEDES sabbiose, per chi cerca tranquillità, non attrezzate.

Sotto la città di OIA, le spiagge AMMOUDI e ARMENI, poco pratiche ma indescrivibilmente belle, si raggiugono tramite spettacolari scalinate o a dorso di mulo. Non perdetevele!

Santorini spiaggia Ammoudi caldera vulcano
Oia e sotto la spiaggia rocciosa di Ammoudi

Quando visitare Santorini?

In estate l’isola può essere decisamente molto affollata ed anche piuttosto cara, i periodi migliori per visitarla sono la Primavera e l’Autunno. Ad aprile e maggio la troverete tutta fiorita, mentre a fine settembre e ad ottobre potrete fare anche qualche bagno. In questi due periodi potrete apprezzare le meraviglie di Santorini in un’atmosfera rilassata e senza la ressa dei mesi estivi.

Naturalmente ci sono molte altre cose da vedere e da fare a Santorini.
Potete partire da questi fondamenti per costruire il vostro viaggio ideale!

Condividi dove vuoi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.