Antikythira antikythera anticitera cerigotto porto potamos

Antikythira, un’isola greca per veri solitari

Antikythira, chiamata anche Anticitera o Cerigotto, si trova tra Kythira e Creta. L’isola ha un’area di circa venti km2, ci sono poche spiagge selvagge, un mare cristallino e panorami mozzafiato!

Questa piccola isola rocciosa ha una sua storia: nel periodo classico infatti vi era un’antica città con le mura ed un tempio. Le rovine si trovano vicino a Potamos, il porto e capoluogo dell’isola.

Come arrivare ad Antikythira

In traghetto dista circa quattro ore da Neapolis ( Laconia, Peloponneso), un’ora e mezzo da Kythira e due ore da Kissamos ( Creta): il traghetto parte da Neapolis, ferma a Kythira, poi Antikythira e infine arriva a Kissamos, Creta e poi torna indietro.

Gli abitanti

Ci sono circa 40 abitanti stabili ad Antikythira: quasi tutti uomini e quasi tutti cretesi di Sfakia.

Il Governo greco nel 2019 cercava famiglie disposte a trasferirvisi, in cambio della casa e di un piccolo contributo economico. Potete trovare le informazioni inerenti la ricerca di abitanti a questo link: https://www.greenme.it/viaggiare/europa/cercasi-abitanti-anticitera/

Le particolarità dell’isola

L’Efebo di Antikythira

Agli inizi del 1900, ripescando il relitto di un naufragio, vicino alle rocce, venne ritrovata la famosa statua in bronzo dell’Efebo, esposta oggi al Museo Nazionale di Atene

Il Meccanismo di Antikythira

Sempre durante il recupero del relitto, agli inizi del 1900, venne ritrovato il famoso Meccanismo di Antikythira. Si tratta di un antico computer analogico progettato per predire posizioni astronomiche ed eclissi.
Lo strumento è stato progettato e costruito da scienziati greci e datato tra il 150 e il 100 AC.
Fino dalla loro scoperta i frammenti del meccanismo di Antikythira sono conservati presso il Museo Archeologico Nazionale di Atene.

L’osservatorio Bird

Nell’isola di Antikythira è presente l’unico osservatorio di uccelli della Grecia, l‘Antikythira Bird Observatory; l’ isola funge infatti da importante scalo per gli uccelli che migrano tra l’Africa e l’Europa.

Le spiagge di Antikyra

Ad Antikythira non si viene per le spiagge, perchè sono praticamente inesistenti; ci sono delle calette rocciose piuttosto distanti tra loro, che si raggiungono a piedi. Se siete fortunati potreste trovare una barchetta di pescatori che vi accompagna, ma non è affatto detto.

Le due spiaggette migliori dell’isola sono

Kamarela, una caletta di sassi molto scenografica, incastrata tra rocce e mare; si trova a circa un km e mezzo dal porto, la strada è percorribile in auto.

Xeropotamos, una bella spiaggetta di ciottoli con un mare strepitoso! Si trova poco distante dal porto; nelle vicinanze della spiaggia di Xeropotamos ci sono le rovine di un antico castello (Kastro).

Cosa fare ad Antikythira

L’isola nell’interno è praticamente deserta, ci sono poche case sparse: se decidete di esplorarla, accertatevi di avere abbastanza acqua, perchè non ne troverete.

Qui si viene principalmente per la pace, per il silenzio, per esplorare i meravigliosi fondali e per fare birdwatching.

Dove dormire ad Antikythira

Di certo non avrete l’imbarazzo della scelta! Ci sono delle stanze al porto, ma sono davvero al limite della decenza; invece vicino alla spiaggia di Kamarela c’è un altro affittacamere che mi è sembrato migliore: in entrambe queste strutture si può prenotare solo per telefono, naturalmente non parlano italiano, appena appena un pò di Inglese!

Il faro di Capo Apolytaras

All’estremità opposta dell’isola rispetto a Potamos, nella parte Sud dell’isola di Antikythira, troviamo il faro di Capo Apolytaras. Il faro è raggiungibile solo in barca o a piedi: ci sono un paio di sentieri che conducono qui partendo da Potamos, per un totale di circa sette chilometri.

antikythira antikythera faro lighthouse
l’arrivo al faro di Antikythira
Condividi dove vuoi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.